Comune di Cagliari
 Provincia di Cagliari
 Regione Sardegna

 
Vai al Sito dell’ AICC

Associazione Italiana di Cultura Classica

Sezione internazionale
Cambridge
Scuola amica
La ricerca
Piano nazionale
Scuola digitale
Bisogni educativi speciali
BES e DSA

I Redaettori
Clicca e vai al blog I Redaettori

Blog degli studenti
del Liceo Dettori

Triangolo di Penrose

TAG:
Ultimo sondaggio:

 

Tutte le informazioni sui
Corsi di Recupero

Orientamento III medie
(iscrizioni a.s. 2018/2019)

Dal  24 novembre,
tutti i venerdì dalle ore
16.00 alle ore 17.00 sino
alla scadenza delle iscrizioni,
sarà attivo lo sportello informativo , aperto ai
ragazzi e alle famiglie.


Clicca su questo link

Registro Alunni e Famiglie
Apri il registro elettronico

Registro on line Docenti
Apri il registro elettronico

Condividi sui social

Il nostro canale video
Tutti i Video sul nostro canale youtube

Aree Riservate Docenti


Accedi

~ Area Riservata Docenti
~ Area Discussioni Docenti

 

 

Chi pubblica nel Sito


Vedi i docenti e non docenti che possono (in quanto vogliono) pubblicare sul sito web del

Liceo Classico Dettori

Icone utili alla navigazione
Dirigente Dirigente Scolastico
Circolari  Circolari
  Amministraz. trasparente
  Albo pretorio (albo on line)
 Altre notizie dalla segreteria
  Orario delle lezioni
  Info sindacali

Informazione amministrativa

La Segreteria pubblica autonomamente nelle sezioni

Circolari
Segreteria
Albo pretorio
Amministrazione
trasparente

Indirizzo email capc03000v@istruzione.it

Discussioni
Questioni, opinioni e problemi scolastici
Questioni, opinioni, problemi

Notizie
Circolari
Studenti
Minitutorial
Mediateca del Dettori
Rapporti scuola famiglia
Liceo Dettori: storia luoghi persone
Commissione Biblioteca
Accounts al sito
Orario segreteria
Orario delle lezioni
Discipline
Scienze
Religione
Storia dell’arte
Filosofia e storia
Educazione fisica
Lingua straniera
Lettere ginnasio
Latino e greco
Matematica
Italiano
Fisica

Docenti
Tutti i docenti
Laboratori attività
Coordinatori didattici
Commissioni di Istituto
Referenti di dipartimento
Elenco docenti per materie



latino e greco

 

LATINO E GRECO nel triennio                                     
- docenti -

- SECONDO BIENNIO E QUINTO ANNO -

E’ bene ricordare che lo studio delle lingue e delle civiltà classiche, ponendo in contatto con sistemi linguistici e visioni del mondo lontani dai nostri nello spazio e nel tempo, favorisce un approccio fortemente comparativo e quindi problematico, potenzia le facoltà intellettive e sviluppa una duttilità nell’affrontare problemi astratti e concreti non solo utilissima sul piano personale, ma assolutamente necessaria proprio in una società di rapidissimo progresso tecnologico, come la nostra, che rende indispensabile essere in grado di adeguarsi e riqualificarsi nel corso della vita in relazione agli sviluppi in campo scientifico e tecnologico.

L’esame dei rapporti tra la civiltà greca e latina da una parte e quelle mediterranee e medio-orientali dall’altra consente di verificare l’importanza e la proficuità dei fenomeni di fusione e sincretismo in ambito letterario, religioso, letterario. Esperienza preziosa nel momento in cui i giovani affrontano un mondo caratterizzato dai complessi problemi della multietnicità e della globalizzazione.

In una ottica culturale non si deve poi dimenticare che nel mondo greco e romano trovano origine le istituzioni politiche e giuridiche, il pensiero politico e scientifico, la logica, le forme letterarie ed artistiche, che, prodotto di un continuo evolversi, caratterizzano ancora oggi il mondo occidentale.

Proprio dal confronto critico e dialettico, talora in continuità e talora in opposizione, con i fondamenti delle civiltà classiche si sono originati i fenomeni più interessanti della civiltà europea; radici che tuttora permeano il nostro patrimonio lessicale, letterario, scientifico, immaginativo e figurativo.


 

Finalità

Sulla base di quanto premesso si individuano le seguenti finalità trasversali allo studio di entrambe le discipline e si cercherà nell’arco del triennio di promuovere e sviluppare:

un ampliamento dell’orizzonte storico, attraverso il continuo confronto tra passato e presente;

il rispetto e la tolleranza nei confronti delle minoranze, grazie alla consapevolezza che nel presente come nel passato, le comunità elaborano una loro visione del mondo e una peculiare scala di valori e che la cultura nasce dall’incontro di concezioni differenti;

la consapevolezza che la civiltà classica (greco-latina) costituisce le radici di quella occidentale;

l’accesso diretto al mondo classico, attraverso lo studio della letteratura e dei testi nella tradizione delle forme e dei generi letterari;

 le capacità logico-critiche di analisi, sintesi, organizzazione dei contenuti;

l’acquisizione dei codici linguistici adeguati alla produzione di diversi tipi di testo, scritto e orale;

la consapevolezza della presenza di forme, generi letterari, topoi, miti nelle letterature moderne, nell’arte e più in generale nei diversi aspetti della cultura che sono lo sviluppo e la trasformazione di quelli nati nel mondo classico;

la creatività, attraverso l’acquisizione di strumenti che permettano di leggere, analizzare ed interpretare criticamente i testi e gli aspetti storico-letterari;

la formazione di capacità di astrazione e di riflessione che, attraverso la pratica della traduzione , sviluppino abilità mentali di base in funzione preparatoria a studi superiori in diversi ambiti, anche scientifici e tecnologici.


 

Obiettivi di apprendimento

  • Alla fine del triennio lo studente deve dimostrare di essere in grado di:
  • interpretare e tradurre testi latini e greci, riconoscendo le strutture sintattiche, lessicali, morfologiche e semantiche;
  • riconoscere la tipologia dei testi, le strutture retoriche e metriche di più largo uso;
  • cogliere la specificità del sistema linguistico di partenza e saperlo rendere con uso consapevole della specificità del sistema linguistico di arrivo;
  • dare al testo una collocazione storica, cogliendo alcuni legami essenziali con la cultura e la letteratura coeva, riconoscendo i diversi tipi di comunicazione in prosa e in poesia, individuando i generi letterari, le tradizioni di modelli e di registro, i topoi;
  • individuare i caratteri salienti della letteratura latina e greca e collocare i testi e gli autori nella trama generale della storia letteraria;
  • impostare, insieme con problemi di comprensione storica, problemi di valutazione estetica;
  • riconoscere i rapporti del mondo classico con la cultura moderna, individuando gli elementi di alterità nelle forme letterarie, gli apporti di pensiero, di categorie mentali e di linguaggio alla formazione della cultura europea.


 

Obiettivi formativi

  1. assunzione di atteggiamenti responsabili che favoriscano un inserimento critico nella società; . b) acquisizione della padronanza dei linguaggi specifici e dei registri formali relativi alle discipline:

  2. acquisizione di un metodo di lavoro adeguato;

  3. acquisizione di comportamenti rispettosi dell’altro, delle sue opinioni e della sua morale, e di atteggiamenti di solidarietà.


 

Contenuti .

Competenza linguistica:

  • Completamento e approfondimento dello studio del sistema linguistico greco e latino, privilegiando la riflessione linguistica che scaturisce dalla lettura e dall’analisi dei testi
  • Storia letteraria e classici.
  • Sono considerati essenziali e irrinunciabili i lineamenti della storia letteraria, la lettura diretta e l’approfondimento di una antologia di testi ad esemplificazione dei momenti significativi delle letterature classiche.


 

Metodologie e strategie didattiche

In omaggio alla libertà di insegnamento, si potranno adottare differenti metodologie, anche in relazione agli argomenti affrontati e alle caratteristiche delle diverse classi: metodo induttivo e deduttivo, lezione frontale, dialogata, studio guidato, lavoro di gruppo, interventi di esperti, etc.

Quanto alle strategie atte ad avvicinare lo studente allo studio del mondo antico si può suggerire in primo luogo di non trascurare un lavoro preliminare di motivazione, facendo acquisire ai ragazzi la consapevolezza delle ragioni esposte nella premessa; di superare la distinzione fra studio della letteratura, lettura degli autori ed esercizi di versione; di procedere anche per le lingue classiche alla educazione linguistica; insegnando ad individuare le tipologie testuali, i generi letterari, il registro formale usato dai differenti autori e, per quanto è possibile, i linguaggi specifici, basando il tutto sulla precisa e imprescindibile analisi morfo-sintattica.

Si suggerisce inoltre, allo scopo di favorire una comprensione più profonda dei testi e di aprirsi ad un lavoro multidisciplinare, di procedere non solo seguendo la scansione cronologica, ma anche quella per generi e/o per temi.

Nella trattazione degli argomenti di letteratura, al fine di meglio coordinare lo studio del greco col latino e la lettura dei testi con la storia letteraria, ci si potrà discostare dalla suddivisione rigida operata dai programmi ministeriali. Inoltre l’insegnante, per quanto riguarda gli autori da analizzare e tradurre, sarà libero di operare le scelte che riterrà più coerenti con la programmazione della sua attività didattica.

Un’altra strategia atta a coinvolgere in modo attivo gli studenti può essere quella di affiancare al consueto lavoro didattico forme di impegno particolare, quali, per esempio, l’attività teatrale.

 
 

 Torna all’indice dei docenti per materie





Tag: dipartimenti - latino e greco - latino - greco -






 Scrivi alla Redazione  Versione stampabile  Invia questa pagina